giovedì, 26 Novembre, 2020
Home Greenbuilding Bioarchitettura. A Trento l'edificio unifamiliare PF

Bioarchitettura. A Trento l’edificio unifamiliare PF

Descrizione: L’edificio unifamiliare PF, il rifacimento ed ampliamento di una costruzione esistente, si trova a meta del crinale, sotto il castello medievale di Pergine Valsugana ed occupa una posizione ideale sia per la bellissima vista sulla valle che per il soleggiamento, ottimale durante tutto l’anno. 

I temi principali della progettazione sono la struttura, il risparmio energetico e la continuità spaziale interno-esterno.

Tipologia di intervento: Rifacimento e ampliamento di un edificio unifamiliare realizzato con struttura in acciaio secondo i principi della casa passiva, con caratteristiche di efficienza energetica spinte.

Progettazione: Elisa Burnazzi, Davide Feltrin, Paolo Pegoretti.

Caratteristiche di cantiere: tecnologia a secco in acciaio e prefabbricazione in legno.

Specializzazioni richieste: maestranze competenti, montatori e impiantisti per l’efficienza energetica.

Caratteristiche di innovazione: La struttura portante dell’ampliamento, in acciaio, e del tutto autonoma dall’esistente: per mezzo di una trave Vierendeel il piano primo e appeso al sottotetto, permettendo di avere una pianta completamente libera da pilastri. L’involucro edilizio e caratterizzato da elementi ad alta prestazione energetica: le pareti esterne sono in prefabbricato preassemblato di legno con isolamento in pannelli di fibra di legno, gli infissi in legno di larice sono basso emissivi.

Gli impianti tecnologici sfruttano la ventilazione ad alto rendimento, il riscaldamento e raffrescamento degli ambienti avviene a pavimento e a parete, il solare termico fornisce acqua calda e la tecnologia domotica caratterizza l’impianto elettrico. 

L’uso del legno si presta a creare un forte legame con l’architettura rurale di questa regione, l’edificio è costituito da due livelli costruttivi, il livello inferiore “pesante” e quello superiore “leggero”, coperto quasi totalmente da listelli.

Qui, le grandi logge vetrate, a sbalzo, col legno di larice che si stende fin dentro l’abitazione, sui pavimenti e le pareti, creano una forte interrelazione tra l’interno e l’esterno dell’edificio, tra spazio privato e paesaggio rurale circostante.

fonte: Legambiente

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Perchè essere un posatore di serramenti certificato?

E' certo che la #formazione che corre di pari passo con l'esperienza non può che completare quest'ultima sigillandone la garanzia, senza contare che si...

Samsung presenta l’armadio intelligente: lava, asciuga e stira i vestiti in automatico

Nella gestione quotidiana della casa, la parte dedicata a lavare, asciugare e stirare i panni è forse quella che prende più tempo e costa...

Marito e moglie piantano 2 milioni di alberi in 20 anni, riportando in vita un’intera foresta

Secondo la Food and Agriculture Organization dell’ONU, 129 milioni di ettari di foresta, un’area di dimensioni quasi equivalenti al Sudafrica, sono stati distrutti dal...

Bioedilizia, dallo scarto della canapa il mattone che isola la casa

Un modo alternativo (e sostenibile) per costruire case: l’Enea certifica l’efficacia della canapa in edilizia.Il​ settore dell’edilizia ​è uno dei più ​energivori ​in assoluto: secondo le...

Recent Comments