lunedì, 14 Giugno, 2021
Home Ambiente I Cool Materials: città più fresche e sostenibili grazie ai calcestruzzi innovativi

I Cool Materials: città più fresche e sostenibili grazie ai calcestruzzi innovativi

Cosa sono i cool materials?

Sono materiali organici o inorganici, con elevato SRI, indice di riflettanza solare, ovvero con straordinaria capacità di respingere la radiazione solare. SRI è frutto di un calcolo, che tiene conto sia delle misure di riflettanza solare della superficie che della sua emissività termica, in fissate condizioni di irraggiamento e di ventilazione.  La riflettanza solare (o albedo) è la frazione di radiazione riflessa da una superficie rispetto alla radiazione solare che la investe; l’emissività termica è la capacità di una superficie di trasmettere energia sotto forma di radiazione termica. In generale, maggiore è SRI, maggiore è la capacità delle superficie di rimanere “fredda”.

Come noto, i materiali bianchi sono di per sé riflettenti e non a caso i tetti degli edifici di molti paesi dei paesi dell’Europa meridionale (Italia, Spagna, Grecia, Tunisia, ecc.) con il loro colore bianco, già nelle antiche tradizioni, rappresentavano una “naturale” strategia per limitare il surriscaldamento delle abitazioni esposte all’intenso soleggiamento estivo in questi luoghi. Questa capacità è legata alla riflessione della luce solare nel cosiddetto campo del visibile. La radiazione solare ha, però, componenti anche in regioni caratterizzate da lunghezze d’onda diverse da quelle del campo visibile. In particolare, è l’assorbimento di radiazione nella regione del NIR (ovvero il vicino infrarosso) responsabile del surriscaldamento superficiale. Ebbene, i cool materials sono non soltanto materiali prevalentemente chiari o bianchi ma anche colorati NIR riflettenti, con la potenzialità di contribuire a contenere i consumi di energia elettrica degli edifici nei mesi estivi e non solo. Le aree urbane creano un vero e proprio microclima urbano in base alla popolazione, alla densità degli edifici, alle attività industriali, al traffico, alle emissioni, alle fonti di calore, …. Globalmente, questi aspetti possono influire sulla temperatura sia superficiale che dell’aria circostante, spesso producendo “Isole di calore”, che influiscono sull’aumento dei consumi di energia elettrica per raffrescamento, oltre che sul comfort termico e sulla qualità dell’aria stessa. Oltre il 75% della popolazione europea vive nelle aree urbane e la percentuale è attesa in crescita oltre l’80% entro il 2050. L’agglomerazione di persone e la concentrazione di attività economiche rende le città particolarmente vulnerabili e tanto più oggetto di valutazione dell’impatto sul cambiamento climatico. 

L’isola di calore urbano tipicamente si manifesta con una temperatura delle aree urbane di 3-10°C superiore rispetto a quella delle aree rurali circostanti, con un fenomeno di surriscaldamento locale che concorre, anche se non come attore protagonista, al fenomeno su larga scala del Global Warming (GW). È infatti noto che ne sono i principali responsabili i gas serra – la CO2 in primis – che provengono dalle molteplici attività umane e industriali che si articolano nelle città ma non solo. 

CLICCA IL LINK: CONTINUA A LEGGERE

Stefano Signorelli
Stefano Signorellihttp://blog.sostenibile.io/
Presidente Associazione Culturale per la Difesa e Promozione dell'Ambiente: Sostenibile.io

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

GUIDA AL SUPERBONUS 110%

Il Superbonus è un’agevolazione prevista dal Decreto Rilancio che eleva al 110% l’aliquota di detrazione delle spese sostenute dal 1° luglio 2020 al 30 giugno 2022, per...

Massimali specifici di costo per gli interventi sottoposti a dichiarazione del fornitore o dell’installatore ai sensi dell’Allegato A

Massimali specifici di costo per gli interventi sottoposti a dichiarazione del fornitore o dell’installatore ai sensi dell’Allegato A.

Bioedilizia, dallo scarto della canapa il mattone che isola la casa

Un modo alternativo (e sostenibile) per costruire case: l’Enea certifica l’efficacia della canapa in edilizia.Il​ settore dell’edilizia ​è uno dei più ​energivori ​in assoluto: secondo le...

VIDEO FAQ 110% – SUPERBONUS E SISMABONUS

Le VIDEO FAQ 110% - SUPERBONUS e SISMABONUS di Sostenibile.io ti consentiranno di apprendere in maniera approfondita le offerte proposte dal Decreto...

Recent Comments