domenica, 24 Gennaio, 2021
Home Innovazione IL PRIMO IMPIANTO SOLARE AL MONDO CHE TRASFORMA L’ACQUA DI MARE IN...

IL PRIMO IMPIANTO SOLARE AL MONDO CHE TRASFORMA L’ACQUA DI MARE IN POTABILE

Il paradosso è che viviamo su un pianeta che è coperto per il 71% di acqua. Garantire l’accesso all’acqua potabile rappresenta una vera e propria sfida, che è stata raccolta dallal’ONG GivePower costruendo il primo impianto di desalinizzazione dell’acqua a energia solare.

GivePowerFoundationph: GivePowerFoundation

L’impianto – che si chiama BLUdrop –  è situato in una piccola città del Kenya, Kiunga. Il territorio di Kiunga è particolarmente arido e prima, della costruzione di questo impianto, gli abitanti erano costretti ad affrontare un viaggio di un’ora per recuperare acqua sporca, contaminata e salata da un pozzo. L’impianto – che trasforma l’acqua dell’oceano in acqua potabile grazie ad un sofisticato sistema di filtraggi – ha richiesto un investimento di 500mila dollari e un mese di tempo per essere costruito.

Come funziona BLUdrop

Un tipico impianto di dissalazione utilizza elevate quantità di energia, il processo è costoso e può funzionare solo in aree che dispongono di strutture sufficienti per produrre e distribuire grandi quantità di energia. La ONG ha risolto questi problemi utilizzando una tecnologia che chiamano “fattorie solari dell’acqua” e che prevede l’installazione di pannelli solari in grado di produrre 50 kilowatt di energia, batterie Tesla ad alte prestazioni per immagazzinare tale energia e 2 pompe per l’acqua che funzionano 24 ore su 24.

Grazie a questa nuova infrastruttura è possibile produrre fino a 50mila litri di acqua potabile al giorno e servire la comunità locale di acqua pulita e sicura. 

Il sistema può generare acqua potabile per 35.000 persone ogni giorno. Inoltre, secondo GivePower, la qualità dell’acqua è migliore di quella di un tipico impianto di desalinizzazione, e l’impianto innovativo non ha nemmeno l’impatto negativo sull’ambiente che il processo di solito provoca perché l’estrazione del sale produce residui inquinanti dannosi per animali e piante.

ph: GivePowerFoundationph: GivePowerFoundation

I risultati sono incoraggianti e l’organizzazione sta già programmando di replicare il progetto in altri paesi come la Colombia e Haiti, nei quali l’approvvigionamento di acqua potabile può essere ancora difficile per molte comunità rurali. “Voglio fornire acqua a un miliardo di persone nei paesi in via di sviluppo” ha dichiarato Hayes Barnard, Presidente di GivePower “Ogni 90 secondi, un bambino muore per malattie trasmesse dall’acqua. È davvero un grosso problema.”

fonti: GreenMe I Keblog

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Spingere alla riqualificazione energetica dei condomini

La riqualificazione di interi edifici condominiali è stata fino ad oggi la grande assente degli interventi edilizi in Italia. Le ragioni fondamentali...

Le scelte per cambiare il futuro delle costruzioni

Serve un cambio di approccio nelle politiche che riguardano il patrimonio edilizio. Per semplificare gli interventi, dare certezze agli investimenti, premiare il...

Felix Finkbeiner, il ragazzo che pianta alberi per salvare il pianeta

Felix Finkbeiner aveva 9 anni quando decise che avrebbe realizzato il suo sogno: piantare un milione di alberi in ogni paese del mondo per cercare...

Green Building: I numeri di una rivoluzione

La riqualificazione energetica del nostro patrimonio edilizio sta contribuendo in misura determinante al raggiungimento degli obiettivi nazionali di riduzione dei consumi di...

Recent Comments