martedì, 26 Ottobre, 2021
Home Greenbuilding Milano, la facciata del palazzo che divora lo smog

Milano, la facciata del palazzo che divora lo smog

Stiamo volando a gran velocità nel futuro e continuiamo in effetti tutti a chiederci quali saranno le innovazioni che caratterizzeranno i prossimi anni. Quelli che lo capiranno avranno in mano l’asso vincente per anticipare tutti sul tempo. Dopo alcuni decenni in cui tutto é andato molto velocemente, basti pensare ai telefoni cellulari e al fatto che fino a 10 anni fa a momenti nemmeno riuscivamo a scattare una foto con il telefono mentre adesso praticamente potremmo girare un film, ora in che direzione andremo? Sicuramente tante innovazioni avranno a che fare con le abitazioni che si riempiono di tecnologia tra cui domotica e sistemi di sicurezza, ma molte novità riguarderanno anche gli esterni.

Un esempio ce l’abbiamo in casa a Milano. Dobbiamo andare in Città Studi e precisamente in Via Ampere dove é stato appena inaugurato un palazzo speciale super tecnologico che ha la capacità di mangiare lo smog e di pulirsi da solo. Si tratta di una vera e propria chicca nell’ambito delle case del futuro, anche perché non stiamo parlando di un complesso residenziale modello Bosco Verticale dove dovete barattare i comfort con affitti da capigiro e spese condominiali che si aggirano intorno ai 3000 euro al mese, con tanto di rischio di beccare quelli di Riccanza. Quello di cui vi stiamo parlando qui sono i complessi residenziali del futuro, quelli dove potrebbe andare a vivere chiunque.

Il progetto nòvAmpère, questo il nome di questa oasi nuova di zecca (i primi appartamenti sono stati consegnati nei giorni scorsi), possiede una facciata costruita con un particolare cemento denominato Tx che si pulisce da sola, così non saremo più costretti a vedere quei muri distrutti dallo smog. A proposito di smog, questa vernice é in grado anche di mangiarsi lo smog come se si trattasse di una pianta che compie la fotosintesi clorofilliana e si divora la CO2. A completare il tutto il complesso é stato dotato di pannelli fotovoltaici e c’é anche un ampio giardino privato di 4mila metri quadri. Non male no?

All’interno del condominio é stato installato un sistema di domotica, riscaldamento intelligente e raffrescamento geotermico.

Ci avevamo già parlato tempo fa di un murale a Roma che era stato realizzato con una vernice simile, cioè in grado di divorare lo smog. Queste sono le invenzioni che ci piacciono e che ci spingono sempre più verso una svolta green necessaria.

Fonte articolo: youparti.com

Ottieni le VIDEO FAQ 110% – SUPERBONUS e SISMABONUS. Le VIDEO FAQ 110% – SUPERBONUS e SISMABONUS ti consentiranno di apprendere in maniera approfondita e specifica le offerte proposte dal Decreto Rilancio e ti forniranno le risposte utili e necessarie per poterne beneficiare!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Superbonus 110%, boom di domande dai condomini

Le domande per il Superbonus 110% stanno accelerando soprattutto per i condomini e in alcune regioni come Lombardia, Veneto e Lazio, ma la proroga fino...

Solar city: un quartiere ecosostenibile illumina l’Austria

La città solare di Linz è un caso di eccellenza dal punto di vista della sostenibilità sociale ed ambientale ed è il risultato della...

A scuola di rigenerazione urbana: la pista ciclabile di Crevalcore (BO)

Nato in Inghilterra in età vittoriana, il concetto di rigenerazione urbana era stato impiegato per dare una risposta alle condizioni di obsolescenza e degrado...

ECO-INNOVAZIONE: Dagli scarti della birra una farina ricca di proteine e fibre

Ancora una buona notizia dal mondo delle “giovani neolaureate” che grazie alle loro intuizioni sviluppano idee green che, infatti, vengono valorizzare dall’Enea...

Recent Comments