martedì, 22 Settembre, 2020
Home Ambiente Ottimizzazione della gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia

Ottimizzazione della gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia

L’Assessore alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia, Giovanni Francesco Stea, sulla base dell’istruttoria espletata, riferisce nuove procedure di programmazione definendo aree tematiche e gli obiettivi strategici.

Il progetto prevede:

  • interventi per la realizzazione dei migliori sistemi di raccolta differenziata;
  • completamento della rete dei centri di raccolta rifiuti differenziati, alcuni dei quali anche dotati di centri di riuso;
  • diffusione delle pratiche di compostaggio con macchine elettromeccaniche per la produzione di compost;
  • potenziamento degli impianti per il recupero delle frazioni organiche e secche per la produzione di materie prime;
  • interventi di revamping di impianti pubblici di selezione dei rifiuti differenziati;
  • rafforzamento dotazione impiantistiche per il recupero FORSU e delle frazioni secche per la produzione di MPS.

Obiettivi del progetto, coincidente con il programma dell’Azione 6.1 del POR Puglia – FESR/FSE 2014-2020 e con le previsioni del Patto per la Puglia – FCS 2014-2020, area tematica “Ambiente” e specificatamente degli interventi strategici “Gestione dei rifiuti urbani”, sono favorire la riduzione della produzione dei rifiuti e incentivare i migliori modelli e strumenti per aumentare le percentuali di raccolta differenziata attraverso la riorganizzazione del servizio di raccolta, in modo da ridurre drasticamente le quantità di scarti da avviare allo smaltimento in discarica.

La strategia è quella di una riorganizzazione del servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani volta a ridurre l’attuale attività di raccolta degli indifferenziati ad attività marginale, sostituendola progressivamente con quelle cosiddette “differenziate” (organico, carta, plastica, ecc..) secondo una logica di integrazione sinergica. In tale contesto, il finanziamento del completamento della rete dei Centri Comunali di Raccolta, alcuni dei quali anche dotati di centri di riuso, costituisce un elemento cardine dei nuovi servizi di raccolta integrata poiché a questa struttura è demandato il compito di ampliare la gamma dei servizi offerti all’utenza (raccolta oggetti da sottrarre alla gestione dei rifiuti, raccolta sfalci di potatura, inerti, tessili, olio alimentare, ecc.) consentendo il
conferimento di frazioni che l’utenza non è riuscita a conferire attraverso il servizio di
raccolta domiciliare.

Analogamente è previsto il rafforzamento della dotazione impiantistica per il recupero delle frazioni organiche e secche per la produzione di materie prime funzionale al raggiungimento degli obiettivi di crescita della RD, anche al fine di consentire la minimizzazione dei costi di gestione legati alla raccolta e trasporto delle frazioni differenziate, e alla riduzione dell’impatto economico sulla collettività.

Fonte: Regione Puglia

Stefano Signorelli
Stefano Signorellihttp://blog.sostenibile.io/
Presidente Associazione Culturale per la Difesa e Promozione dell'Ambiente: Sostenibile.io

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Ospedali nei boschi: in Norvegia si curano i pazienti grazie al contatto diretto con la natura

I benefici che assorbiamo quando trascorriamo del tempo all’aria aperta sono ormai noti e molti studi lo dimostrano, ecco perchè nascono gli ospedali nei boschi. Questo è stato...

In legno e vetro, il nuovo asilo comunale firmato da Mario Cucinella è un esempio di progettazione ecosostenibile

In legno e vetro, il nuovo asilo comunale di Guastalla firmato da Mario Cucinella è un esempio di progettazione ecosostenibile A Guastalla, 30 chilometri a...

Superbonus 110%: le FAQ dell’Agenzia delle Entrate su Ecobonus e Sisma Bonus

Come funziona il Superbonus?Con il Superbonus gli interventi di efficientamento energetico (es. cappotto termico e sostituzione caldaia) e di messa in...

“Bo01”, il quartiere di Malmo al 100% ecosostenibile

Il quartiere Bo01 di Malmö è una delle realizzazioni della Municipalità nell’ambito dello European Housing Expo del 2001, intitolato City of Tomorrow, incentrato sulla...

Recent Comments