mercoledì, 12 Agosto, 2020
Home Energia Solar Village: alloggi e comunità sostenibili a Mallorca

Solar Village: alloggi e comunità sostenibili a Mallorca

Parc Balearic Information Technology (ParcBIT) è un’iniziativa del governo delle Isole Baleari, come parte del progetto ExpoCities nell’ambito del programma dell’Unione europea Thermie, per generare un nuovo approccio agli ambienti di vita e di lavoro.

I driver dello schema sono la fornitura di collegamenti di telecomunicazioni all’avanguardia, un’infrastruttura moderna, sostenibile ed efficiente e un ambiente costruito di alta qualità.

Dopo aver vinto una competizione internazionale nel 1994, la pratica è stata commissionata per pianificare una comunità di lavoro / lavoro mista per circa 5.000 abitanti in un sito che si trova a 12 chilometri a nord di Palma. Situato su un terreno agricolo vicino al campus universitario di Maiorca, ParcBIT, è delimitato a est ea ovest dallo sviluppo ma da aperta campagna a nord. Una finca esistente (casa colonica) che è conservata nel nuovo piano è situata sulla prua della cresta al centro del sito, tra due valli torrentizie che portano via l’acqua dalle montagne al mare.

Rispondendo al manifesto del cliente, la proposta è altamente sostenibile, implementando sistemi che bilanciano il ciclo di offerta e domanda all’interno della comunità. Lo schema può anche essere ‘letto’ come un fisico

manifestazione dell’era della telematica – ParcBit riconosce che il luogo di lavoro non è più definito dai centri storici di occupazione, ma sarà sempre più determinato da questioni chiave come la qualità della vita e l’ambiente. Lo schema è deferente al terreno esistente, riconoscendo che il paesaggio è la memoria collettiva di una cultura. Il nuovo sviluppo integra piuttosto che compromette il paesaggio e la sua ecologia locale – la topografia esistente ha giocato un ruolo significativo nella definizione di forme costruite e schemi di circolazione, con edifici situati sulle terrazze che avvolgono la Finca e la cresta, seguendo i contorni della terra. Inoltre, lo schema offre una chiara priorità a un ambiente pedonale, con parcheggi contenuti nel perimetro del sito.

ParcBIT riduce il consumo d’acqua fornendo al tempo stesso un paesaggio a beneficio sia delle persone sia dell’ecologia locale – l’acqua terziaria viene utilizzata per l’irrigazione. Il sistema energetico del masterplan garantisce un elevato livello di comfort negli edifici riducendo al minimo l’impatto ambientale e le emissioni di anidride carbonica. Lo fa attraverso un impianto CHCP centrale ad alta efficienza che incorpora un approccio innovativo all’integrazione dell’energia solare rinnovabile.

Fonte Articolo: Rogers Stirk Harbour + Parteners

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

A Londra strade asfaltate con le bottiglie di plastica riciclata

La guerra contro la plastica adesso ha una nuova frontiera: utilizzare bottiglie e altri scarti per costruire le strade. In Gran Bretagna questo sogno ecologico...

A settembre parte E Viaggio Italiano: una cucina mobile e green in giro per la penisola

Elettrico, fortemente innovativo, attento al territorio e dallo spiccato contenuto social: sono le quattro caratteristiche principali di #EViaggioItaliano, un tour tra le...

Ottimizzazione della gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia

L'Assessore alla Qualità dell'Ambiente della Regione Puglia, Giovanni Francesco Stea, sulla base dell'istruttoria espletata, riferisce nuove procedure di programmazione definendo aree tematiche...

Tecnologie e materiali sostenibili per il Ponte San Giorgio a Genova

Settanta persone tra tecnici specializzati, operatori di impianto e tecnologi dei materiali, prodotti 100% certificati lungo tutta la filiera, 6.000 analisi di...

Recent Comments