venerdì, 26 Febbraio, 2021
Home Innovazione Un progetto industriale per il settore delle costruzioni

Un progetto industriale per il settore delle costruzioni

Abbiamo bisogno di idee e progetti ambiziosi per rilanciare le costruzioni in Italia. La sfida è infatti di tornare a creare lavoro nel settore attraverso migliaia di cantieri di messa in sicurezza del territorio e riqualificazione del patrimonio edilizio in tutta Italia, con obiettivi energetici e di sicurezza statica e sismica.

Serve davvero un salto di scala, per passare dalle buone pratiche a migliaia di interventi diffusi, e per questo occorre guardare con attenzione all’approfondimento nel Rapporto Oise che riguarda i programmi olandesi di retrofit degli edifici con obiettivi di risparmio energetico. L’interesse di questa esperienza sta nei risultati prodotti e nella capacità di coinvolgere i diversi attori industriali, del credito e del mondo della ricerca, per capire i problemi e le opportunità e arrivare a definire nuovi strumenti, con specifiche risorse.

La situazione italiana è differente da quella olandese, per caratteristiche del patrimonio edilizio e delle proprietà, ma serve un approccio analogo per aprire davvero i cantieri della rigenerazione e imprimere una accelerazione in tutto il Paese, attraverso soluzioni standardizzate e replicabili di retrofit che permettano di ridurre tempi e costi, a fronte di prestazioni garantite in termini energetici e di sicurezza antisismica. E’ una sfida stimolante perché incrocia la ricerca sui materiali e le tecniche di intervento, con quella di organizzazione delle imprese e formazione dei lavoratori.

Non sono infatti le risorse economiche il problema in questa fase ma la capacità di accompagnare e supportare da parte del pubblico in modo nuovo i processi di innovazione per aiutare un mercato che è già pronto e spingere le diverse filiere della green economy (fonti rinnovabili, efficienza, recupero di materiali e riciclo, ecc.). Del resto dopo la COP21, e l’accordo raggiunto a Parigi, la strada per il settore delle costruzioni è segnata e assumerà un ruolo sempre più importante nella direzione di ridurre le emissioni di gas serra.

Le innovazioni negli edifici e nei cantieri, nei materiali e nelle tecnologie raccontate nel rapporto Oise dimostrano come questa visione del futuro sia già a portata di mano. L’impegno comune è di lavorare perché questa prospettiva prenda piede e permetta di invertire la curva dell’occupazione, arrivando a recuperare quei settecentomila posti di lavoro persi nel settore attraverso la riqualificazione e manutenzione dell’enorme patrimonio edilizio italiano

Stefano Signorelli
Stefano Signorellihttp://blog.sostenibile.io/
Presidente Associazione Culturale per la Difesa e Promozione dell'Ambiente: Sostenibile.io

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisment -

Most Popular

Casa ‘parassita’ nuova frontiera dell’abitare sostenibile in Provincia di Varese

Tipologia di intervento: Riqualificazione e ampliamento di una villetta unifamiliare con struttura prefabbricata in legno, secondo i principi della casa passiva con caratteristiche...

Recupero e riqualificazione centro polivalente area ex deposito per autobus a Soncino, Provincia di Cremona

Tipologia di intervento: Recupero e riqualificazione di un edificio su tre piani polivalente, realizzato in muratura massiva in laterizio, con caratteristiche di...

Progetto Porta Nuova: riqualificazione urbana certificata LEED. Il quartiere VARESINE con tecnologia massiva in laterizio a Milano

Descrizione: Il Progetto Porta Nuova e un progetto di riqualificazione urbana ed architettonica di ampie zone dei quartieri Isola,...

Loft Art Studios, due edifici sostenibili a Milano

Tipologia di intervento: Due edifici nuovi con settanta unita abitative, disposti su 4 piani sull’asse nord-sud, in cui tutte le unità hanno doppio...

Recent Comments